Sostenibilità energetica in Regione Marche – Ancona, 24 febbraio 2014

Nell’ambito delle attività di consulenza condotte da Ambiente Italia per conto di SVIM Sviluppo Marche Spa (Progetto EFFECT – Programma South East Europe – Fase di lavoro 6 “Azioni dimostrative”), Chiara Wolter, responsabile di progetto, partecipa alla tavola rotonda del convegno “Patto dei Sindaci nella Programmazione 2014-2020 per la sostenibilità energetica delle Marche” che si tiene ad Ancona il 24 febbraio 2014.

Per scaricare il programma

 

Per informazioni: Chiara Wolter


Strumenti economici e tariffa puntuale nella gestione integrata dei rifiuti-Pisa 10 febbraio 2014

Duccio Bianchi di Ambiente Italia parteciperà all’’iniziativa promossa dall’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna e dal Master in Gestione e Controllo dell’Ambiente dedicata al tema della gestione dei rifiuti.

L’incontro si terrà presso l’Aula Magna della scuola superiore Sant’Anna a Pisa ed è prevista una lectio magistralis di Andrea Orlando, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

 

Per scaricare il programma


Progetto LIFE+ NO WASTE: al via la campagna di comunicazione

l progetto LIFE+ NO WASTE, di cui Ambiente Italia è partner, che mira alla riduzione della produzione di rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata, lancia la sua campagna di comunicazione da attuare dentro i punti vendita che hanno aderito al progetto nelle due città partner (Reggio Emilia e Trento).

 

Per ricondurre il punto vendita al progetto NO WASTE e al suo significato, è stato individuato un segno di riconoscimento che accompagnerà la campagna di comunicazione: il marchio “SPESA NETTA – solo l’utile della spesa” è infatti una sorta di bollino di qualità e di certificazione ecologica del punto vendita che rimanda agli obiettivi del progetto: Scegli, Riduci, Riusa.

 

Per maggiori dettagli sulla campagna di comunicazione

 

Per scaricare la cartolina

 

Le immagini della campagna

 

Per informazioni: Michele Merola


Studi di fattibilità per Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA)

E’ stato pubblicato sul sito del Programma Operativo Nazionale “Governance e Azioni di Sistema” del Ministero dell’Ambiente il rapporto conclusivo dello studio “Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate nelle Regioni Obiettivo Convergenza: esperienze di studi di fattibilità nell’ambito del progetto PON GAS”, predisposto con la consulenza scientifica di Ambiente Italia.

 

Il rapporto contiene quattro Studi di Fattibilità – uno per ognuna delle quattro Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) – per la realizzazione di APEA a partire dagli insediamenti industriali esistenti nei rispettivi territori: un importante contributo tecnico-operativo per queste Regioni che potrebbero cogliere le opportunità finanziarie derivanti dalla nuova Programmazione dei Fondi Comunitari 2014-2020 appena lanciata dall’Unione Europea.

Scarica lo studio: apeastudifattibilita2013

 

 


Ambiente Italia, CRESME Consulting e Legambiente per lo sviluppo sostenibile delle aree produttive italiane

AMBIENTE ITALIA, CRESME CONSULTING e LEGAMBIENTE hanno sottoscritto unprotocollo d’intesa per la promozione di una politica industriale meno inquinante e l’attuazione delle Linee Guida emanate dal Ministero dell’Ambiente per la qualificazione ai fini della sostenibilità delle aree produttive italiane.
La crisi economica e le opportunità derivanti dalla riconversione ecologica delle aree produttive sono i due principali fattori alla base dell’accordo, che ha come obiettivo mettere in comune le specifiche competenze ed esperienze dei partner nei diversi campi e ambiti di impegno operativo, promuovendo politiche, azioni e progetti per lo sviluppo di un diffuso processo di ammodernamento e riconversione delle aree produttive secondo criteri di qualità ambientale, sostenibilità e competitività produttiva delle aziende insediate. Il protocollo mette al centro dell’attenzione la necessità di sensibilizzare gli Enti preposti, nazionali regionali e locali, alla adozione di disposizioni normative e amministrative, azioni, strumenti e risorse di supporto alla riconversione sostenibile delle aree produttive, alla promozione di innovative modalità di gestione delle aree industriali stesse, e alla individuazione nella programmazione europea, nazionale e regionale dei fondi europei 2014-2020 di risorse per avviare tali trasformazioni.

Il protocollo di intesa è una unione di intenti operativa basata sulle singole e complementari esperienze dei partner nel campo dell’innovazione e della sostenibilità ambientale delle politiche economiche:
AMBIENTE ITALIA
per la sua pluriennale esperienza in materia di ricerca, progetti e consulenza per la sostenibilità, che in materia di aree produttive si è concretizzata nella redazione di linee guida per le APEA (Provincia di Milano), nel supporto tecnico-scientifico alla Rete Cartesio, nel  coordinamento del progetto LIFE+ ETABETA , negli studi di fattibilità in 4 aree produttive nelle Regioni Obiettivo Convergenza per conto del Ministero dell’Ambiente;
CRESME CONSULTING che ha curato per conto del Ministero dell’Ambiente la redazione delle Linee Guida su Apea e EcoAP nell’ambito del PON-Gas Ambiente.
LEGAMBIENTE
per le azioni di tutela e valorizzazione dell’ambiente, delle risorse naturali, della salute, e per le attività di informazione e formazione improntate allo sviluppo sostenibile.

La prima proposta operativa sulla quale i firmatari si attiveranno nei prossimi mesi sarà lo studio di un sistema informativo relativo alle aree industriali italiane.

Per scaricare il comunicato stampa

Per informazioni: Mario Zambrini – Roberto Cariani