Ambiente Italia per la città sostenibile

Sarà presentata a Milano lunedì 30 Ottobre l’edizione 2017 di Ecosistema Urbano, il rapporto che Ambiente Italia redige da oltre venti anni in collaborazione con Legambiente per monitorare le performance ambientali delle città italiane (comuni capoluogo).

Come di consueto, la presentazione del rapporto costituirà l’occasione per un confronto fra Sindaci, Assessori, rappresentanti delle istituzioni locali, regionali e statali, sul tema della città sostenibile, declinato in diverse aree tematiche: dall’efficienza energetica, alla mobilità dolce, dalla riprogettazione multifunzionale degli spazi urbani (anche in funzione di obiettivi e strategie di adattamento al cambiamento climatico) alla gestione ecoefficiente del ciclo delle acque e dei rifiuti urbani.

L’edizione 2017 di Ecosistema Urbano sarà a breve disponibile per il download dal sito di Ambiente Italia.

Scarica il programma della presentazione di Ecosistema Urbano 2017


Il progetto “Taurianova verso rifiuti zero”

meno-rifiuti-festival-riuso-creativoIl 21 ottobre si terrà a Taurianova il “Festival del rifiuto creativo”, manifestazione pubblica di avvio delle attività previste dal progetto Meno rifiuti. Taurianova verso rifiuti zero, finanziato dal Ministero dell’Ambiente, che vede Ambiente Italia nel ruolo di consulente tecnico scientifico.

Taurianova è già oggi all’avanguardia negli obiettivi di differenziazione dei rifiuti urbani, ma ha deciso di porsi, grazie anche a questo progetto, obiettivi ancora più ambiziosi, intervenendo sull’intero ciclo di produzione, riciclaggio, recupero e smaltimento dei rifiuti con il progetto “Attuazione e monitoraggio di una strategia integrata per la gestione sostenibile dei rifiuti urbani” che, presentato al Ministero dell’Ambiente, è stato selezionato come miglior progetto nell’ambito dell’attribuzione di contributi economici in materia di riduzione e prevenzione della produzione dei rifiuti, di raccolta differenziata e riciclaggio.

 Obiettivi del progetto sono dunque la riduzione della produzione dei rifiuti, l’aumento della raccolta differenziata e il riciclo dei materiali, e la riduzione del il rifiuto indifferenziato avviato a smaltimento finale. Questi obiettivi saranno perseguiti, grazie anche al supporto di Ambiente Italia, attraverso la realizzazione delle seguenti azioni:

  • Azioni per la prevenzione dei rifiuti
    • Marchio “meno rifiuti”
    • Promozione del compostaggio domestico
    • Riduzione del consumo di acqua in bottiglia
    • Mercatini del riuso
  • Azioni di preparazione per il riutilizzo dei rifiuti (realizzazione centro del riuso)
  • Azioni di ottimizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti
  • Campagna di comunicazione rivolta agli attori locali e ai cittadini
  • Monitoraggio dell’efficacia delle azioni
  • Creazione e consolidamento di un pool di attori locali esperti nella gestione sostenibile dei rifiuti
  • Educazione ambientale sulla gestione sostenibile dei rifiuti nelle scuole

Grazie al progetto “Meno Rifiuti. Taurianova verso rifiuti zero” il Comune di Taurianova ha vinto recentemente il Premio “Oasis Ambiente 2017” per la sostenibilità, premio conferito dalla nota rivista di cultura ambientale Oasis, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Piemonte e dell’Associazione no-profit Wise, che viene assegnato a enti e privati che si sono distinti per aver dato un contributo innovativo in termini di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale.

Il Comune di Taurianova è stato selezionato nella categoria Smart City, in base al progetto di Attuazione e monitoraggio di una strategia integrata per la gestione sostenibile dei rifiuti urbani, “Meno Rifiuti”, che prevede una serie di azioni e attività innovative con l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti, migliorare ulteriormente la raccolta differenziata, il riciclo dei materiali e ridurre il rifiuto indifferenziato. La cerimonia di premiazione si terrà a Rimini il prossimo 7 novembre, nell’ambito di Ecomondo.

 

Dei tanti progetti per la gestione e la riduzione dei rifiuti urbani che Ambiente Italia ha potuto seguire in oltre venti anni di attività, questo è sicuramente uno di quelli di cui siamo più orgogliosi. Lavorare con un’amministrazione pubblica che fa della sostenibilità la sua bandiera e la reale priorità del suo agire, nonostante le difficoltà e le intimidazioni (l’ultimo attentato al Sindaco di Taurianova Fabio Scionti è di poche settimane fa) costituisce per noi una esperienza appagante e di grande prestigio.


La filiera del riciclo per l’economia circolare in Italia

Ambiente Italia sta elaborando, a cura di Duccio Bianchi, uno studio sui benefici ambientali ed economici del settore del riciclo. Lo studio, realizzato su incarico del Gruppo di lavoro Recupero e Riciclo di Kyoto Club con il supporto di CAP Holding, Cial, Comieco, Conai, Corepla e Ricrea, fornirà un aggiornato stato dell’arte su un settore, quello del riciclaggio, che vede il nostro paese occupare una posizione di testa nella classifica europea. Secondo i più recenti dati Eurostat (settembre 2017), infatti, il nostro è il paese europeo con la più alta percentuale di rifiuti avviati a riciclo sul totale prodotto (urbani, speciali, industriali, ecc.): 76,9% di rifiuti avviati a riciclo a fronte di una media EU28 pari al 36,2%, e a performance degli altri grandi paesi europei decisamente inferiori: Francia 53,6%, Regno Unito 43,6%, Germania 42,7%, Spagna 36,1%.

Il rapporto in corso di elaborazione arricchirà un ormai consistente elenco di rapporti che la nostra società ha prodotto negli anni, grazie al lavoro di impostazione, coordinamento e direzione di Duccio Bianchi, sul tema del riciclo di rifiuti in Italia, dalle diverse edizioni de “Il riciclo ecoefficiente” ai più recenti “Waste End Economia circolare nuova frontiera del made in Italy” (Fondazione Symbola, 2015), e “Le miniere urbane di alluminio” (CIAL, 2015).

 

Clicca qui per scaricare il rapporto Waste End

Clicca qui per scaricare il rapporto Le miniere urbane di alluminio