Ecosistema Urbano 2017 è online!

Qualità dell’aria, rumore, mobilità e incidentalità stradale, trasporto pubblico, rifiuti, acqua, consumo di suolo, edilizia, impronta ecologica, energia e verde urbano. Questi alcuni dei percorsi di analisi e interpretazione dello stato dell’ambiente nelle città italiane proposti dall’ultima edizione (la ventiquattresima) del rapporto “Ecosistema Urbano”, presentato da Legambiente la scorsa settimana a Milano ed elaborato, come di consueto, con il supporto tecnico-scientifico di un team di esperti di Ambiente Italia. Sedici indicatori di performance ambientale, compilati partire da circa 30 mila dati raccolti da Legambiente ed elaborati da Ambiente Italia costituiscono un quadro di sintesi sullo stato dell’ambiente di circa cento comuni capoluogo. Presentato con una nuova e più comunicativa veste grafica, il rapporto Ecosistema Urbano 2017 costituisce un buon punto di partenza per capire come si stanno muovendo le città italiane nell’affrontare le grandi sfide che i temi ambientali pongono sempre più pressantemente al nostro modello di sviluppo.

 

Scarica Ecosistema Urbano 2017


Ambiente Italia per la città sostenibile

Sarà presentata a Milano lunedì 30 Ottobre l’edizione 2017 di Ecosistema Urbano, il rapporto che Ambiente Italia redige da oltre venti anni in collaborazione con Legambiente per monitorare le performance ambientali delle città italiane (comuni capoluogo).

Come di consueto, la presentazione del rapporto costituirà l’occasione per un confronto fra Sindaci, Assessori, rappresentanti delle istituzioni locali, regionali e statali, sul tema della città sostenibile, declinato in diverse aree tematiche: dall’efficienza energetica, alla mobilità dolce, dalla riprogettazione multifunzionale degli spazi urbani (anche in funzione di obiettivi e strategie di adattamento al cambiamento climatico) alla gestione ecoefficiente del ciclo delle acque e dei rifiuti urbani.

L’edizione 2017 di Ecosistema Urbano sarà a breve disponibile per il download dal sito di Ambiente Italia.

Scarica il programma della presentazione di Ecosistema Urbano 2017


Il progetto “Taurianova verso rifiuti zero”

meno-rifiuti-festival-riuso-creativoIl 21 ottobre si terrà a Taurianova il “Festival del rifiuto creativo”, manifestazione pubblica di avvio delle attività previste dal progetto Meno rifiuti. Taurianova verso rifiuti zero, finanziato dal Ministero dell’Ambiente, che vede Ambiente Italia nel ruolo di consulente tecnico scientifico.

Taurianova è già oggi all’avanguardia negli obiettivi di differenziazione dei rifiuti urbani, ma ha deciso di porsi, grazie anche a questo progetto, obiettivi ancora più ambiziosi, intervenendo sull’intero ciclo di produzione, riciclaggio, recupero e smaltimento dei rifiuti con il progetto “Attuazione e monitoraggio di una strategia integrata per la gestione sostenibile dei rifiuti urbani” che, presentato al Ministero dell’Ambiente, è stato selezionato come miglior progetto nell’ambito dell’attribuzione di contributi economici in materia di riduzione e prevenzione della produzione dei rifiuti, di raccolta differenziata e riciclaggio.

 Obiettivi del progetto sono dunque la riduzione della produzione dei rifiuti, l’aumento della raccolta differenziata e il riciclo dei materiali, e la riduzione del il rifiuto indifferenziato avviato a smaltimento finale. Questi obiettivi saranno perseguiti, grazie anche al supporto di Ambiente Italia, attraverso la realizzazione delle seguenti azioni:

  • Azioni per la prevenzione dei rifiuti
    • Marchio “meno rifiuti”
    • Promozione del compostaggio domestico
    • Riduzione del consumo di acqua in bottiglia
    • Mercatini del riuso
  • Azioni di preparazione per il riutilizzo dei rifiuti (realizzazione centro del riuso)
  • Azioni di ottimizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti
  • Campagna di comunicazione rivolta agli attori locali e ai cittadini
  • Monitoraggio dell’efficacia delle azioni
  • Creazione e consolidamento di un pool di attori locali esperti nella gestione sostenibile dei rifiuti
  • Educazione ambientale sulla gestione sostenibile dei rifiuti nelle scuole

Grazie al progetto “Meno Rifiuti. Taurianova verso rifiuti zero” il Comune di Taurianova ha vinto recentemente il Premio “Oasis Ambiente 2017” per la sostenibilità, premio conferito dalla nota rivista di cultura ambientale Oasis, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Piemonte e dell’Associazione no-profit Wise, che viene assegnato a enti e privati che si sono distinti per aver dato un contributo innovativo in termini di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale.

Il Comune di Taurianova è stato selezionato nella categoria Smart City, in base al progetto di Attuazione e monitoraggio di una strategia integrata per la gestione sostenibile dei rifiuti urbani, “Meno Rifiuti”, che prevede una serie di azioni e attività innovative con l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti, migliorare ulteriormente la raccolta differenziata, il riciclo dei materiali e ridurre il rifiuto indifferenziato. La cerimonia di premiazione si terrà a Rimini il prossimo 7 novembre, nell’ambito di Ecomondo.

 

Dei tanti progetti per la gestione e la riduzione dei rifiuti urbani che Ambiente Italia ha potuto seguire in oltre venti anni di attività, questo è sicuramente uno di quelli di cui siamo più orgogliosi. Lavorare con un’amministrazione pubblica che fa della sostenibilità la sua bandiera e la reale priorità del suo agire, nonostante le difficoltà e le intimidazioni (l’ultimo attentato al Sindaco di Taurianova Fabio Scionti è di poche settimane fa) costituisce per noi una esperienza appagante e di grande prestigio.


La filiera del riciclo per l’economia circolare in Italia

Ambiente Italia sta elaborando, a cura di Duccio Bianchi, uno studio sui benefici ambientali ed economici del settore del riciclo. Lo studio, realizzato su incarico del Gruppo di lavoro Recupero e Riciclo di Kyoto Club con il supporto di CAP Holding, Cial, Comieco, Conai, Corepla e Ricrea, fornirà un aggiornato stato dell’arte su un settore, quello del riciclaggio, che vede il nostro paese occupare una posizione di testa nella classifica europea. Secondo i più recenti dati Eurostat (settembre 2017), infatti, il nostro è il paese europeo con la più alta percentuale di rifiuti avviati a riciclo sul totale prodotto (urbani, speciali, industriali, ecc.): 76,9% di rifiuti avviati a riciclo a fronte di una media EU28 pari al 36,2%, e a performance degli altri grandi paesi europei decisamente inferiori: Francia 53,6%, Regno Unito 43,6%, Germania 42,7%, Spagna 36,1%.

Il rapporto in corso di elaborazione arricchirà un ormai consistente elenco di rapporti che la nostra società ha prodotto negli anni, grazie al lavoro di impostazione, coordinamento e direzione di Duccio Bianchi, sul tema del riciclo di rifiuti in Italia, dalle diverse edizioni de “Il riciclo ecoefficiente” ai più recenti “Waste End Economia circolare nuova frontiera del made in Italy” (Fondazione Symbola, 2015), e “Le miniere urbane di alluminio” (CIAL, 2015).

 

Clicca qui per scaricare il rapporto Waste End

Clicca qui per scaricare il rapporto Le miniere urbane di alluminio


15 e 16 settembre a Pesaro, verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova

Mancano poco meno di tre settimane agli “Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova”, evento promosso dalla Rete Mobilità Nuova insieme a diverse associazioni, enti e istituzioni per promuovere la transizione verso una mobilità realmente sostenibile e innovativa. Durante le due giornate si parlerà di trasporto pubblico,  mobilità ciclopedonale, pianificazione e progettazione dello spazio pubblico urbano, logistica merci.

Un denso programma di iniziative di sensibilizzazione, approfondimento, confronto ed elaborazione che interesseranno diversi punti della città adriatica a cominciare dalla sua “bicipolitana”. Ambiente Italia, che aderisce all’iniziativa, sarà presente con Maria Berrini, che il 15 settembre coordinerà la sessione “Shared space: pianificare e gestire lo spazio pubblico urbano” presso Palazzo Gradari (via Rossini 24).

Per il programma completo dell’iniziativa clicca qui, per la mappa degli eventi clicca qui.


Ambiente Italia agli Stati Generali della Mobilità Nuova

Pesaro-savethedate-1-768x289Il 15 e 16 settembre prossimi a Pesaro si svolgerà l’iniziativa Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova dal titolo “Muovere le idee per muovere le persone”, iniziativa promossa da numerose associazioni attive sui temi della mobilità dolce e non inquinante. Gli Stati Generali della mobilità nuova sono un evento mirato a sensibilizzare le amministrazioni, formare il volontariato e gli operatori, responsabilizzare le aziende, promuovere nuove professionalità e mobilitare tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese.

Ambiente Italia ha aderito all’iniziativa e sarà presente con il suo socio fondatore Arch. Maria Berrini, già amministratore unico dell’Agenzia Milanese Mobilità Ambiente e Territorio.

Il programma dell’iniziativa di Pesaro sarà reso a breve disponibile sul sito Mobilità Nuova.


Biodiversità e sostenibilità dell’Olio d’Oliva Extravergine italiano

Il 18 luglio 2017 si terrà a Roma un  incontro tra associazioni appartenenti alla filiera della produzione dell’olio estravergine di oliva (EVO) e istituzioni, nel corso del quale sarà presentata la prima Certificazione di Sostenibilità della filiera, ottenuta recentemente dall’Olio EVO Zucchi con il supporto tecnico di Ambiente Italia.

L’incontro – promosso da Oleificio Zucchi – vedrà la partecipazione di rappresentanti del Governo e del Parlamento, di Legambiente, delle associazioni della filiera della coltivazione e prima trasformazione dell’olio di oliva e dell’ente di certificazione CSQA.

Alla tavola rotonda interverrà Roberto Cariani,  in rappresentanza di Ambiente Italia, presentando l’esperienza che la nostra società ha avuto modo maturare fornendo la propria consulenza all’Oleificio Zucchi per il raggiungimento di questo imporante obiettivo.

 

Scarica il programma del convegno


La riqualificazione sostenibile del patrimonio edilizio: un convegno a Chieti

Il 2o giugno 2017, a partire dalle 14:30, presso il Palazzo della Provincia di Chieti, si tiene il secondo convegno sulla riqualificazione sostenibile del patrimonio immobiliare promosso da Azione Cattolica, CEI e Caritas italiana.
Questo secondo convegno si colloca all’interno di un processo di sviluppo, formativo e pratico, fondato su criteri di un’economia leggera, basata sul rispetto dell’ambiente e del lavoro, sul risparmio di risorse naturali ed energetiche e sulla riduzione degli sprechi, il recupero, riutilizzo e riciclo delle materie, sulla valorizzazione della funzione creativa e sociale del lavoro, la produzione di beni e servizi in maniera eco- intelligente. Il convegno si pone l’obiettivo di presentare esempi concreti e buone pratiche di RIQUALIFICAZIONE SOSTENIBILE operati sul territorio abruzzese, dettagliando ed approfondendo processi e prassi basati su i protocolli energetico-ambientali (rating systems) LEED-GBC.
Il convegno si rivolge agli attori della filiera dell’edilizia con particolare riferimento a ingegneri, archietti, geometri e più in generale alla cittadinanza tutta come cointeressata nel territorio abruzzese nell’area del cratere del terremoto, in ambito pubblico e privato, profit e no profit.

Al convegno, coordinato da Marco Mari, parteciperà anche il direttore di Ambiente Italia, Mario Zambrini, con un intervento sull’importanza di materiali, prodotti e sistemi sostenibili.

Scarica il programma del Convegno di Chieti


Med Consume-less: una piattaforma web per il turismo sostenibile

Med Consume-less: la piattaforma web di marketing territoriale è on-line!

Il progetto Interreg MED Consume-less, di cui Ambiente Italia è partner, entra nel vivo. Sono state messe a punto le linee guida operative per l’applicazione del modello turistico “consume-less” e del relativo marchio territoriale ed è stata predisposta la piattaforma web per il marketing territoriale delle località turistiche che applicano il modello di turismo sostenibile. Dal mese di giugno si avvierà l’applicazione sperimentale del modello nelle sei località pilota: Ragusa e Realmonte in Sicilia, Naxos in Grecia, Saranda in Albania, Velez-Malaga in Spagna, Gozo a Malta.

Per saperne di più visitate la piattaforma web: https://www.consumelessmed.org/


Progetto H2020 Urban Waste: Richiesta manifestazioni di interesse

AMBIENTE ITALIA SRL – progetto H2020 “URBAN WASTE”    urbanwaste

Richiesta di manifestazioni di interesse per servizi di assistenza e supporto metodologico per la realizzazione di un percorso di animazione da realizzarsi a Firenze da Giugno a Novembre 2017

Termine per la presentazione: 31 maggio 2017

Scarica qui il bando

 

ERRATA CORRIGE: L’indirizzo pec a cui inviare le domande è ambienteitaliasrl@pec.ambienteitalia.it 

L’indirizzo per la posta raccomandata è Ambiente Italia srl, 20129 Milano, Via Carlo Poerio 39