La resilienza come fattore di adattamento nelle politiche territoriali ed ambientali

Seminario / Workshop, 5 febbraio 2015, Ambiente Italia, Milano

 

Il tema della resilienza, declinato nelle sue diverse configurazioni, viene ormai comunemente richiamato quale principio “ispiratore” di politiche di governo del territorio e delle risorse che sappiano coniugare sostenibilità e adattamento ai cambiamenti climatici. Abbiamo dunque ritenuto utile ed opportuno organizzare un primo momento di confronto e di scambio fra diverse esperienze, con l’obiettivo di condividere principi e approcci metodologici, ma anche possibili scenari di implementazione di piani, progetti e sistemi di gestione “resilienti”.

Al seminario, introdotto da Mario Zambrini, Amministratore unico di Ambiente Italia, hanno partecipato oltre venti esperti provenienti da diverse esperienze professionali ed accademiche e varie competenze e branche disciplinari. Sono intervenuti fra gli altri Daniela Oliva e Manuela Samek Lodovici dell’IRS – Istituto Ricerche Sociali, sulla resilienza nei sistemi sociali;  Marco Mari di Bureau Veritas che ha proposto una riflessione sul tema della valorizzazione e la gestione degli asset (materiali e immateriali); Francesco Musco dello IUAV, che ha affrontato il tema dal punto di vista urbanistico; Giulia Pesaro, Economista a aderente Resilience LAB; Massimo Mari, Psichiatra e Psicologo sociale, ASUR Marche; Maria Berrini (Amministratore Unico Agenzia Mobilità Ambiente Territorio del Comune di Milano); Sergio Malcevschi (Università di Pavia); Andrea Martinez (Sinloc – Sistema Iniziative Locali SpA);  Angela Colucci (REsilienceLAB); Maria Rosa Vittadini (IUAV); Elena Jachia (Fondazione CARIPLO); Eliot Laniado (Politecnico di Milano); Mita Lapi (Fondazione Lombardia per l’Ambiente); Giulio Conte (Ambiente Italia).

 

una sintesi degli interventi

I materiali distribuiti durante il seminario e  le presentazioni di alcuni degli intervenuti