Bardonecchia: Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima

Dopo aver aderito al nuovo Covenant of Mayors for Climate & Energy, il Consiglio Comunale di Bardonecchia lo scorso 6 febbraio ha approvato il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima. Attraverso una strategia combinata di mitigazione delle emissioni di gas serra e di adattamento ai cambiamenti climatici, il Comune si è impegnato a ridurre, entro il 2030, le proprie emissioni di CO2 di circa 10.000 tonnellate (equivalenti al 40% delle emissioni dell’anno 2015) e a dare corso a una serie di azioni mirate a meglio registrare gli impatti locali dovuti al cambiamento climatico e a migliorare la capacità adattiva del territorio. Il piano di mitigazione ha considerato tutti i principali settori di attività, cercando il più possibile di avere come obiettivo l’efficientamento delle utenze diffuse, residenziali e terziarie; particolare attenzione è stata rivolta al comparto turistico-alberghiero, alle seconde case e agli impianti sciistici. Il documento approvato, oltre a tracciare una strategia di medio periodo, ha identificato i principali strumenti attuativi e le linee finanziarie o di incentivo utili ad sostenere la realizzazione degli interventi. Il piano di adattamento, considerando le condizioni climatiche future individuate nei documenti del Ministero per l’Ambiente (derivanti da elaborazione su scenari di IPCC) e i dati metereologici di Bardonecchia, ha individuato e caratterizzato i pericoli climatici locali, valutato l’esposizione e la vulnerabilità (derivante dalla suscettibilità e capacità di adattamento) dei diversi settori (risorse idriche, biodiversità, suolo, patrimonio culturale, paesaggio, salute, agricoltura e allevamento, turismo, infrastrutture) assegnando, infine, a ogni impatto potenziale, una classe d’impatto e un grado di rischio (considerando la probabilità dell’evento). Nel piano sono quindi individuati gli obiettivi strategici e, per ogni settore considerato, gli obiettivi specifici e correlate azioni di adattamento che possono essere intraprese, localmente, in risposta agli impatti attesi. Il documento si completa con la definizione dei criteri per il monitoraggio.                                          Ambiente Italia ha curato la redazione del piano.

 

Scarica qui l’infografica del PAESC di Bardonecchia.