Il progetto:

L’immobile è stato oggetto di studio in merito all’irraggiamento solare captato dalle pareti e, successivamente, all’illuminamento naturale degli spazi interni. Sono state effettuate dapprima le simulazioni solari a scala urbana, per individuare eventuali problematicità sui fronti principali.

 

 

La facciata più critica è risultata essere quella orientata a sud-ovest, maggiormente esposta alla radiazione solare e con possibili carichi termici estivi particolarmente elevati durante le ore pomeridiane. E’ stata presa in esame l’adozione di sistemi di schermatura proponendo, inoltre, una limitazione della superficie finestrata. In particolare, è stata fornita come indicazione progettuale la possibilità di inserire dei sistemi a pergola da integrare anche architettonicamente alla facciata.

 

 

Sono inoltre state effettuate le verifiche dell’illuminazione naturale per i singoli ambienti, all’interno dell’alloggio posto nella posizione più svantaggiata. L’esito ha evidenziato la presenza di alcuni vani con una valore di fattore medio di luce diurna inferiore al 2%. Al fine di permettere un migliore illuminamento, è stata evidenziata la necessità di modificare la profondità delle terrazze presenti sui fronti interessati.