Scuole e impronta ambientale: meeting conclusivo del progetto MED Edufootprint

Nel giorni 26 e 27 marzo si è tenuto a Castelo de Vide in Portogallo l’ultimo partner meeting del progetto Edufootprint finanziato dal programma Interreg MED, dove Ambiente Italia ha presentato i risultati conclusivi del modello di LCA presso gli edifici dove si svolgono i servizi di educatione e istruzione. Il progetto ha applicato per la prima volta l’approccio LCA (life cycle assessment) contenuto nelle linee guida della OEF (Organization Environmental Footprint) per la valutazione dell’impronta ambientale delle organizzazioni educative. Nel corso dell’incontro del 27 marzo, organizzato dalla Regional Energy and Environment Agency from North Alentejo, Roberto Cariani e Simona Canzanelli di Ambiente Italia hanno presentato il profilo ambientale del portfolio prodotti delle organizzazioni stesse e la valutazione di impatto ambientale associata ad ogni studente che fruisce dei servizi educativi. Il progetto ha coinvolto 8 partner di 6 paesi europei, 60 edifici (scuole e un polo universitario), 35.000 studenti, oltre 700 soggetti tra personale educativo, responsabili della gestione degli edifici e altri stakeholder direttamente coinvolti nelle azioni di miglioramento.

 

 

Riferimenti: https://edufootprint.interreg-med.eu/

 

Per informazioni: 
roberto.cariani@ambienteitalia.it
simona.canzanelli@ambienteitalia.it