Abstract:

Nel maggio 2013 l’Amministrazione comunale di Taranto ha commissionato ad Ambiente Italia la redazione del Piano della Riserva Naturale Palude La Piana.

La Riserva Regionale Palude la Vela costituisce nel Comune di Taranto l’unica area protetta in senso stretto, cioè non solo appartenente alla rete Natura 2000, ma parte del sistema nazionale di aree protette riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente.
La riserva, seppure di dimensioni ridotte, riveste quindi una particolare importanza per il Comune di Taranto grazie al suo ruolo di presidio, indicatore e sorgente, materiale e immateriale, concreta e simbolica, della qualità ambientale territoriale. La Riserva ha anche un forte valore strategico in termini di marketing territoriale in quanto testimone della qualità ambientale e paesaggistica del territorio tarantino.

Il progetto:

Il progetto si poneva i seguenti obiettivi:

  • migliorare, ampliare e tutelare il sistema delle aree umide;
  • garantire un rapporto di corretta integrazione con gli specchi d’acqua frontistanti;
  • migliorare il grado di integrazione con le aree terrestri circostanti;
  • mitigare o eliminare l’impatto delle infrastrutture urbane;
  • riqualificare le aree interessate da impianti dismessi;
  • creare un sistema di gestione attiva delle risorse naturali;
  • favorire forme di fruizione controllata;
  • garantire adeguate condizioni di tutela.

I nostri tecnici sono dunque partiti dall’elaborazione di un quadro conoscitivo, comprendente uno studio del sistema fisico della zona (l’assetto geologia e l’idrografia del territorio); il sistema biologico (fauna, flora, vegetazione, habitat); sistema antropico e paesaggio (inquadramento socio-economico, beni archeologici, architettonici e insediativi, usi del suolo).

Il lavoro ha quindi proceduto con la costruzione del quadro interpretativo dei dati raccolti, sviluppando una sintesi dei valori e delle sensibilità del territorio.

Infine Ambiente Italia ha redatto il progetto di piano, il regolamento e il Programma Pluriennale Economico e Sociale.

Nell’ambito dell’incarico è stata anche sviluppata la VAS del Piano, completa di un Rapporto Preliminare di Orientamento, un Rapporto Ambientale e di una Sintesi non Tecnica del Rapporto Ambientale.

Scarica qui la scheda del progetto.